Archivi TGZ e BZ2

In Linux si fa spesso uso di questi archivi (tar, gz e bz2), sopratutto per distribuire e propri sorgenti.
I tar (tape archive) permettono di unificare una raccolta di file in un unico file (per saperne di più vi invito a leggere la definizione su wikipedia qui).

Archiviamo??

Qualcuno si chiederà l’utilità dell’archiviazione.
Beh! Quando cancellerete per sbaglio la trilogia de “Il Signore degli Anelli“, o la doppia trilogia “Star Wars“, o il “The Best of Laura Pausini” senza aver mai fatto una copia di archiviazione…. riderò!

Ricordiamo che tar, gz, bz2, non fanno la stessa cosa: tar unifica tutti i file in un unico file, poi con gz (gzip) e bz2 (bzip2) è possibile comprimere il file tar, quello che in Windows si fa tutto in un passaggio con rar o zip.
A questo punto qualcuno penserà perchè fare due passaggi invece che uno?
Beh! Gli archivi sotto Linux erano nati per particolari esigenze, quelle di fare dei backup dei file su nastri magnetici, sui quali l’accesso poteva essere solo sequenziale, ma sopratutto perchè Linux nasce con un idea tutta sua (che a volte si rivela la più efficace): un programma per un’unica operazione! Quindi di fare archiviazione e compattazione tutto insieme non se ne parla proprio.
Ma non vi preoccupare basta comunque un unico comando per archiviare e compattare.

Archiviamo e compattiamo con gzip:

tar -czf sequenza_dei_file_da_archiviare_separati_da_uno_spazio

Archiviamo e compattiamo con bzip2:

tar -cjf sequenza_dei_file_da_archiviare_separati_da_uno_spazio

De-archiviamo e de-compattiamo con gzip:

tar -xzf sequenza_dei_file_da_archiviare_separati_da_uno_spazio

De-archiviamo e de-compattiamo con bzip2:

tar -xjf sequenza_dei_file_da_archiviare_separati_da_uno_spazio

Non è difficile si impara velocemente con Linux.
Spero di esservi stato di aiuto.

Uno è lieto di poter servire