MySQL – ERROR 1396 (HY000)

Pubblicato il Scritto il da

Vi è mai capitato questo errore operando con MySQL?
A me è capitato sia in fase di creazione di un utente, sia in fase di cancellazione di un utente.

Vediamo insieme come risolvere il problema nei due diversi casi.

Creazione di un utente

Se l’errore vi capita facendo qualcosa del genere:

CREATE USER 'user'@'localhost' IDENTIFIED BY 'password';

Allora per risolvere la situazione basterà lanciare il seguente comando:

FLUSH PRIVILEGES;

Cancellazione di un utente

Se l’errore vi capita facendo qualcosa del genere:

DROP USER 'user';

Allora per risolvere la situazione basterà lanciara il seguente comando:

DELETE FROM mysql.user WHERE USER='user';
DELETE FROM mysql.db WHERE USER='user';

Buona selezione a tutti! 8)

MacOS – Alternativa a wget

Pubblicato il Scritto il da

Se passi da Linux a Mac (per dei motivi che non specifichiamo) la mancanza di alcuni programmi “base” la senti eccome.

Uno fra i tanti e a mio parere il più importante, è sicuramente wget.
Di modi per installare wget nel sistema operativo della Mela ce ne sono moltissimi (vedi qui e qui) .

Oggi vi riportiamo l’alternativa n-esima, senza installare alcun programma ed utilizzando l’escamotage degli alias.

Vediamo un po’ come fare:

  • Aprite una console e digitate
    echo 'alias wget="curl -O"' >> ~/.bash_profile

Ed il gioco è fatto!

Buon scaricamento! 🙂

Ubuntu – Ripristinare Grub2

Pubblicato il Scritto il da

Ma quanto è snervante quando Windows spazza via il vostro boot looader?

Sui link di Micene.net già trattammo l’argomento (vedi qui), ma è tempo di aggiornare la procedura.

Procedura passo passo:

  1. Avviare una live di Ubuntu (altre distro possono andare altrettanto bene)
  2. Aprire un terminale e digitare:
    sudo fdisk -l
  3. Identificare la partizione dove risiede la vostra distro Linux non pù raggiungibile (in questo esempio supponiamo sia /dev/sda1)
  4.  Digitare nel terminale (ogni riga indica un comando):
    sudo mount /dev/sda1 /mnt
    sudo mount --bind /dev /mnt/dev
    sudo mount --bind /proc /mnt/proc
    sudo mount --bind /sys /mnt/sys
    sudo chroot /mnt
    grub-install /dev/sda
    update-grub2
    exit
    cd ~
    sudo umount /mnt/dev
    sudo umount /mnt/proc
    sudo umount /mnt/sys
    sudo umount /mnt/

Fatto! 🙂

Per ulteriori dettagli consultare la guida ufficiale.

Buon ripristino! 😀

Linux – Provare Firefox OS

Pubblicato il Scritto il da

Come qualcuno di voi ben saprà, Mozilla ora sviluppa anche il suo sistema operativo mobile denominato: Firefox OS! o_O
Firefox OS si basa su tecnologie web, campo ben conosciuto in casa Mozilla. Tutte le applicazioni sono state scritte in HTML (5?), Javascript e CSS (3?).

Home screen di Firefox OS Micene.net su Firefox di Firefox OS

Come tutti i buoni geek che si rispettano, ero curioso di provare la nuova creazione della stessa “casa produttrice” del browser della volpe rossa.

In rete ho trovato qualche tutorial che spiegavano come eseguirlo su Linux, ma non tutti erano completi e semplici da seguire. Quindi qui vi elenco i passi che ho eseguito io per avviare con successo Firefox OS:

  • Su distribuzioni deb installate gitcon questo comando:
    sudo apt-get install git

    Su distribuzioni rpm:

    sudo yum install git
  • Aprite un terminale e spostatevi nella cartella dove volete copiare Firefox OS
  • Lanciate il comando per scaricare il “lanciatore” Boot2Geeko:
    wget http://bit.ly/NzGI0O
  • Al termine del download scompattare il contenuto dell’archivio nella stessa cartella
  • Lanciate il comando per scaricare l’ultima versione del sistema operativo e per compilarlo:
    git clone https://github.com/mozilla-b2g/gaia gaia && 
    make -C gaia profile

    L’esecuzione di questo comanda durerà un bel po’, dato che scaricherà poco più di un giga di file.
    Al termine dell’esecuzione avrete una nuova cartella chiamata “gaia”

  • Per eseguire Firefox OS, lanciate il seguente comando:
    b2g/b2g -profile gaia/profile
  • Se volete aggiornare all’ultimissima versione del sistema operativo, lanciate questo comando:
    git pull

Buona installazione! 😉

Linux – Cerca e sostituisci in più file

Pubblicato il Scritto il da

Linux – Find & Replace across multiple files

Chi non si è mai imbattuto in questo problema?
Probabilmente esistono tool grafici potentissimi, ma cosa c’è più flessibile di una shell? 😀

Ma passiamo hai fatti con esempio pratico: vogliamo sostituire la sequenza “Lib.AbstractSource” in “lib.AbstractSource” in tutti i file Java contenuti in una particolare cartella (/home/Micene/).

  1. Apriamo una shell/console
  2. Spostiamoci nella cartella nella quale effettuare la ricerca
    cd /home/Micene/
  3. Eseguiamo il seguente comando:
    find . -name "*.java" -print 
    | xargs sed -i 's/Lib.AbstractSource/lib.AbstractSource/g'
  4. Fatto!

Già fatto?
Certo! E’ console! 😛

Buona rinominazione a tutti! 🙂

Eclipse – cannot start “java.lang.UnsatisfiedLinkError: no swt-pi-gtk”

Pubblicato il Scritto il da

Dopo un aggiornamento di versione della mia Kubuntu non sono più riuscito ad avviare Eclipse.

Una piccola finestra mi informava di un errore “generico”, la cui descrizione dettagliata poteva essere letta in un file di log (~/.eclipse/org.eclipse.platform_3.7.0_155965261/configuration/1339322725890.log).

Il contenuto del file di log era il seguente:

!SESSION 2012-06-10 12:05:25.814 -----------------------------------
------------
eclipse.buildId=I20110613-1736
java.version=1.7.0_04
java.vendor=Oracle Corporation
BootLoader constants: OS=linux, ARCH=x86, WS=gtk, NL=it_IT
Command-line arguments:  -os linux -ws gtk -arch x86

!ENTRY org.eclipse.osgi 4 0 2012-06-10 12:05:26.682
!MESSAGE Application error
!STACK 1
java.lang.UnsatisfiedLinkError: Could not load SWT library. Reasons:
	no swt-gtk-3740 in java.library.path
	no swt-gtk in java.library.path
	Can't load library: /home/mpmp/.swt/lib/linux/x86/libswt-gtk
-3740.so
	Can't load library: /home/mpmp/.swt/lib/linux/x86/libswt-gtk
.so

	at org.eclipse.swt.internal.Library.loadLibrary(Library.java
:285)
	at org.eclipse.swt.internal.Library.loadLibrary(Library.java
:194)
	at org.eclipse.swt.internal.C.<clinit>(C.java:21)
	at org.eclipse.swt.internal.Converter.wcsToMbcs(Converter.ja
va:63)
	at org.eclipse.swt.internal.Converter.wcsToMbcs(Converter.ja
va:54)
	at org.eclipse.swt.widgets.Display.<clinit>(Display.java:132)
	at org.eclipse.ui.internal.Workbench.createDisplay(Workbench
.java:695)
	at org.eclipse.ui.PlatformUI.createDisplay(PlatformUI.java:161)
	at org.eclipse.ui.internal.ide.application.IDEApplication.cr
eateDisplay(IDEApplication.java:153)
	at org.eclipse.ui.internal.ide.application.IDEApplication.st
art(IDEApplication.java:95)
	at org.eclipse.equinox.internal.app.EclipseAppHandle.run(Ecl
ipseAppHandle.java:196)
	at org.eclipse.core.runtime.internal.adaptor.EclipseAppLaunc
her.runApplication(EclipseAppLauncher.java:110)
	at org.eclipse.core.runtime.internal.adaptor.EclipseAppLaunc
her.start(EclipseAppLauncher.java:79)
	at org.eclipse.core.runtime.adaptor.EclipseStarter.run(Eclip
seStarter.java:344)
	at org.eclipse.core.runtime.adaptor.EclipseStarter.run(Eclip
seStarter.java:179)
	at sun.reflect.NativeMethodAccessorImpl.invoke0(Native Method)
	at sun.reflect.NativeMethodAccessorImpl.invoke(NativeMethodA
ccessorImpl.java:57)
	at sun.reflect.DelegatingMethodAccessorImpl.invoke(Delegatin
gMethodAccessorImpl.java:43)
	at java.lang.reflect.Method.invoke(Method.java:601)
	at org.eclipse.equinox.launcher.Main.invokeFramework(Main.ja
va:622)
	at org.eclipse.equinox.launcher.Main.basicRun(Main.java:577)
	at org.eclipse.equinox.launcher.Main.run(Main.java:1410)

Una rapida ricerca su Google, mi ha portato qui. In questo link ho trovato un banale work-around per risolvere la questione:

cp /usr/lib/jni/libswt-*3740.so ~/.swt/lib/linux/x86

Se questa soluzione non vi sarà di aiuto, vi invito a visitare il link, dove sono presenti altri possibili rimedi.

Buona risoluzione! 😉

Android app – Palinsesti TV

Pubblicato il Scritto il da

Palinsesti TV è l’applicazione più semplice e allo stesso tempo completa per consultare i palinsesti della TV italiana!
Puoi visualizzare la programmazione delle maggiori reti televisive italiane per i successivi 6-8 giorni!
L’app provvederà a salvare i dati scaricati, in modo da poter consultare i palinsesti anche offline.

C’è la possibilità di aggiornare l’elenco dei canali, di visualizzarne la numerazione nazionale LCN e di fare una rapida ricerca dei canali in base ai propri interessi! Palinsesti TV offre tutti gli strumenti per avere dati affidabili e sempre aggiornati dei programmi trasmessi in TV.
Non perderti i programmi ora in onda! Con Palinsesti TV basta un semplice click per avere a portata di mano i programmi attualmente trasmessi su ogni canale!
Condividi i tuoi programmi preferiti con i tuoi amici, aggiungi un promemoria nel calendario per non perderti la serie TV che stai seguendo, dai un’occhiata ai programmi ora in onda! Grazie a Palinsesti TV puoi effettuare tutte queste operazioni in maniera semplice e veloce, offrendoti più tempo a disposizione per una rilassante visione della TV dal divano di casa!
La semplicità del suo utilizzo e l’affidabilità dei dati messi a disposizione sono le caratterisitiche di Palinsesti TV!

Funzionalità in breve:

  • Canali sempre aggiornati, provvisti di icona e numero nazionale
  • Palinsesti comodamente visualizzabili tramite slide
  • Scorrimento rapido dei programmi
  • Trame, descrizioni e contenuti aggiuntivi
  • Ora in onda: quali programmi stanno trasmettendo in questo momento (disponibile per tutti i canali)
  • Ricerca dei canali
  • Condivisione dei programmi su Social Network e non solo
  • Possibilità di aggiungere i programmi in agenda, con eventuale promemoria
  • Lista dei canali preferiti (*)
  • Prima serata

Reti televisive supportate:

  • Rai
  • Mediaset
  • La 7
  • RealTime
  • Sport Italia
  • MTV
  • Sky (*)
  • Mediaset Premium (*)

(*) Disponibili a breve nella versione full.

Google Play: Palinsesti TV

A breve un rivoluzionario aggiornamento, restate in ascolto.

Buona visione! 😉

Ubuntu e firewall

Pubblicato il Scritto il da

Oggi vi voglio segnalare un’interessante programma dall’interfaccia elegante e semplice che vi permette di configurare il firewall della vostra Ubuntu: Gufw.

Gufw screenshot
Gufw screenshot
Gufw screenshot
Gufw screenshot

Come potete vedere le configurazioni possibili sono minimali, ma reputabili sufficenti per un utilizzo domestico.

Buona protezione! 😉

Stiamo provando Volunia :)

Pubblicato il Scritto il da


Volunia, il nuovissimo motore di ricerca creato dal mio ex Prof. Massimo Marchiori.
Si presenta come una web app che rende la navigazione sociale.
Sembra interessante, ma sicuramente migliorabile.
Attualmente le pagine indicizzate sono poche e i risultati delle ricerche a volte lasciano a desiderare, aspettiamo e vediamo.

Buona navigazione! 🙂

Modificare il nome del computer in Ubuntu 11.10

Pubblicato il Scritto il da

Il nome del computer viene assegnato durante l’installazione del sistema operativo in modo semi automatico e quindi l’utente pigro si accontenta di quello che gli viene proposto.

E se un giorno lo volessimo modificare??

ubuntu installer

Nessun problema! Semplici e poche operazioni e il gioco è fatto:

  • Premere ALT+F2
  • Digitare: ‘gksu gedit /etc/hostname /etc/hosts
  • Premere Return/Enter/Invio
  • Inserire la propria password quando richiesta
  • Apparirà un editor di testo con due tab
  • Modificare i nomi (evidenziati nell’immagine sottostante) in entrambi i tab, con il nome che più vi aggrada
  • Cliccare su salva, chiudere l’editor di testo e riavviare.

Changing Ubuntu Hostname

Strano che per fare questa semplice operazione non ci sia una GUI in System Settings.

Buona modifica! 🙂

Fonte: OMG! Ubuntu