Ejecter: smontiamo le pen drive dall’area di notifica di Gnome

Non potete dirmi che quest’applicazione non vi mancava!
Windows c’è l’ha da una vita, KDE ha introdotto qualcosa di simile nelle ultimissime versioni, Gnome ne è sprovvisto (almeno fino alla versione 2.24 compresa).

ScreenShot Ejecter
Fino a questo momento l’unico modo per smontare le pen drive per gli Gnome User era quello di aprire una finestra di Nautilus o usare un terminale, ma ora tutto sarà più comodo con Ejecter.

Il pacchetto è disponibile in versione DEB per Ubuntu (sia per Intrepid, sia per Hardy, sia per architetture a 32 che 64 bit) sul sito GetDeb.

Ma se avete Fedora non disperatevi e seguite questi passaggi:

  • Scaricate i sorgenti da qui.
  • Decomprimeteli.
  • Installate le dipendenze: solo Vala.
  • Aprite un terminale.
  • Spostatevi nella directory di Ejector e lanciate questi comandi:
$ ./waf configure –prefix=/usr
$ ./waf
$ sudo ./waf install
  • Il programma è installato, per avviarlo premete ALT+F2 e scrivete “ejecter” e sull’area di notifica apparirà una nuova icona.
  • Per avviarlo ad ogni sessione aggiungite una voce in “Sessione“.
  • Per disinstallarlo spostatevi con un terminale nella cartella dei sorgenti e digitate:
$ sudo ./waf uninstall
Ejecter Icon
Se non avete sudo configurato sul vostro PC lanciate i programmi, preceduti dalla parolina magica, con i permessi di amministratore.

Vi raccomando l’utilizzo di waf distribuito col pacchetto Ejecter, non utilizzate quello fornito nei repository di Fedora perchè provoca errori nella fase di confgurazione di Ejecter.

Buon smontaggio a tutti.