Google Gadget 0.10 su Fedora 9

Non vogliamo farci mancare niente nella nostra Fedora box?
Allora installiamo i Google Gadget, simpatici ed eleganti accessori per il desktop marchiati Google.
Dapprima queste “chicche” per le scrivenie virtuali erano privilegio dei soli utenti Microsoft, ma ora (finalmente) sono state rilascita anche per il sistema operativo del pinguino.
La società della grande G (Big-G) ha messo a disposizione una guida per l’installazione dei gadget su diverse distribuzioni Linux, la potete trovare qui, le distribuzioni interessate sono: Fedora Core 9, Ubuntu 8.04, Debian, Gentoo, Mandriva.

La guida che vi descriverò installerà Google Gadget 0.10 in Fedora Core 9 con Gnome.

Premessa:
Assicurarsi che nel nostro file /etc/X11/xorg.conf siano presenti le sequenti linee:

Section “Extensions”
Option “Composite” “Enable”
EndSection
  • Installiamo le dipendenze lanciando il seguente comando da shell (tutto su una riga, mi raccomando):
sudo yum install dbus-devel js-devel gstreamer-plugins-base-devel gstream-devel libtool-ltdl xulrunner-devel xulrunner-devel-unstable gtk2-devel librsvg2-devel curl-devel
tar xzfv google-gadgets-for-linux-0.10.0.tar.gz
  • Entriamo nella directory creata:
cd google-gadgets-for-linux-0.10.0
  • Installiamo i nostri accessori di casa Big-G
./configure –prefix=/usr
make
su –
inserire la password di amministratore
make install
  • Bene ora è tutto installato (sempre che ne il configure ne il make vi abbiano dato strani error) e possiamo avviarlo lanciando da shell:
ggl-gtk
  • Per scoprire qualcosa a proposito delle opzioni di lancio, digitiamo:
ggl-gtk -h
Se volete fa partire Google Gadget all’avvio aggiungete ggl-gtk in Sistema -> Preferenze -> Personale -> Sessioni.

Hack the world!