Linux – Liberare la swap quando serve

Quando il vostro PC swappa, allora il suo rallentamento sarà inesorabile.
I dati presenti nella memoria swap non si sposteranno in RAM fintantoché un processo non ne richiederà l’utilizzo.
Solo in questo caso la porzione di dati utili al processo verrà spostata dalla swap alla memoria volatile del vostro PC (se ce ne è abbastanza) ed è questo “trasloco” che causa il degrado delle prestazioni del vostro computer.

Esempio:
Vi potreste trovare in una situzione in cui la vostra RAM (8GB) è piena al 50% e la vostra swap (8GB) è piena al 25%. Perchè allora il sistema operativo non sposta i dati dalla swap alla RAM automaticamente?
Risposta veloce: perchè è così!
Risposta meno veloce: perchè il “traslocco” è esoso di risorse e finchè quello che è in swap non serve, allora resterà in swap.

Quindi in situazioni simili non si può fare nulla?
In realtà qualcosa si può fare, ma non è un procedimento esente da problemi (trovare quali possono essere i problemi ve lo lascio come compito per casa ;)).

Se volete comunque rischiare, lanciate da console i seguenti comandi:
sudo swapoff -a
sudo swapon -a

Questo azzererà la swap muovendo i suoi dati nella RAM (se ci stanno) e in seguito riabilità la swap.
Il processo non è immediato, ricordate «“il “traslocco” è esoso di risorse» [cit.]

Curiosità:
Mentre è in esecuzione il comando “sudo swapoff -a” lanciate in un altro terminale “htop” o “top” e date un occhio alla RAM e alla swap.

Buon “traslocco”! 😉

Vedi anche:

  • Antonio

    Grazie!!!